Millennials: il marketing per la nuova generazione.

È un dato di fatto: il gruppo dei Millennials (anche definita come Generazione Y) sta spostando il panorama culturale ed economico mondiale.  Questa generazione, che ha lanciato e ispirato il front-facing sui telefonini e i selfie-sticks, sta occupando una delle fette più grandi dei consumatori d’oggigiorno. Con un potere d’acquisto stimato globalmente in quasi 2'200 miliardi di Euro , i Millennials supereranno per numero annuale di spesa i baby boomers (i nati tra il 1946 e il 1964) entro il 2017. Con questi dati alla mano molti marketing managers si sono trovati di fronte al quesito di come e cosa fare per accapararsi un mercato di questa portata.


autentic_blog_marketing_millennials.jpeg

Ma chi sono esattamente i Millennials?

Millennials sono definiti come quelle persone nate tra il 1980 e il 2000, con un età che va dai 15 ai 35 anni. Anche se la parte più giovane di questi vive ancora con i genitori, molti di loro (il 27% della popolazione americana e il 24% di quella europea), hanno già famiglia, un lavoro solido e una casa di proprietà.


Le caratteristiche dei Millennials 

  • Valorizzano l’esperienza che hanno con un prodotto in confronto al prodotto stesso. Ciò significa che sono disposti a spendere 4 Euro per vivere l’esperienza di bere un caffè, in un posto accogliente e con Wifi gratuita (vedi Starbucks), piuttosto che spendere 1 Euro per tre tazze di caffè normale del supermercato.

  • Si assumono dei rischi. I millennials, se paragonati alle generazioni precedenti non fanno della stabilità il loro principale obiettivo.

  • Sono passionali : se vedono che un derminato brand non porta valore e passione alle loro vite, non lo considerano.

  • Sono un po’ scettici, soprattutto con le grandi corporations. Si fidano maggiormente di ciò che dicono gli amici e delle informazioni che trovano su internet e nei social media.

  • Sono la generazione «io». Anche se sono di mentalità aperta e attenti alle tematiche sociali, rimangono una generazione molto incentrata su stessa (vedi i selfies) e sul fatto che tengono molto alla loro immagine (personal brand), soprattutto sui social media.

  • Hanno una coscienza sociale: i millennials sono molto più coscienti sulle conseguenze che derivano dalle loro azioni. Sono più consapevoli di come i loro prodotti vengono manufatti e commercializzati. Sono disposti a spendere qualcosa in più per un prodotto o servizio se sanno che quest’ultimo è in grado di rendere il mondo migliore. Comprano solo marchi in cui credono.

  • Sono nati digitalmente. Sono la prima generazione che è cresciuta con la tecnologia, facendola diventare parte integrante delle loro vite.

  • Sono dei viaggiatori: sono convinti che le idee provenienti dall'estero possono affinare le loro di idee e migliorare la loro cultura.

  • Non sono assolutamente influenzati dalla pubblicità. Solo l'1% di loro afferma che la pubblicità possa fargli cambiare idea rispetto a un prodotto. Sono quelli che non cliccano sui banners e non guardano gli spot TV.


I Millennials vivono di vita digitale

  • Scelgono l’hotel su Tripadvisor e il ristorante su Yelp

  • Usano Uber al posto dei taxi.

  • Non comprano CD o MP3, ma ascoltano musica in streaming attraverso servizi come Spotify o Apple Music.

  • Usano Pinterest per prendere ispirazione per vestirsi o se devono rinnovare la casa.

  • Usano Facebook, Instagram e Whatsapp per rimanere in contatto con gli amici.

  • Rilassarsi prima di dormire significa spendere un’ora su Facebook o Instagram al posto di guardare la TV.

  • Usano i siti d’incontro come Meetic o Tinder per conoscere nuove persone.

  • Giocano ai videogames sugli smartphone invece che sulle consolle.

  • Non frequentano molto i centri commerciali, ma acquistano i propri prodotti online dal posto di lavoro, utilizzando lo smartphone.

  • Se confrontati con la generazione precedente che faceva della privacy un elemento centrale delle loro vite, i millennials sono più aperti a mostrare al mondo ciò che fanno e dove lo fanno.

  • Sono meno pazienti, soprattutto con la tecnologia. Se vedono qualcosa che è troppo complicato, che non soddisfa i loro bisogni o richiede troppo tempo, cambiano immediatamente.

  • Per loro il digitale è una necessità, non un lusso. Di conseguenza il primo canale con cui interagiscono è chiaramente digitale.

 
Se i marketing managers desiderano entrare con successo in questo mercato, devono tenere a mente alcune cose :

Create un’esperienza digitale senza soluzione di continuità (A seamless digital experience)

Anche se la generazione precedente considera ancora il digitale come una cosa di cui si può fare a meno, i Millennials la considerano parte integrante delle loro vite. Sono esigenti e si aspettano cose come siti web ottimizzati per il mobile, connessioni veloci, prodotti dal design accattivante, un customer care che li aiuti 24/7. I Millennials desiderano velocità, semplicità, efficienza e convenienza. E con la tecnologia che diventa sempre più veloce e potente, hanno il grande bisogno di essere gratificati immediatamente. In parole povere si aspettano che la tecnologia lavori per loro. In caso contrario andranno da un’altra parte.

 Suggerimenti :

  • Sviluppate siti web che siano veloci e facili da usare.

  • Focalizzatevi sul dare le informazioni online in maniera facile e accessibile.

  • Mettete le informazioni più importanti all’inizio delle pagine, non lasciate che i vostri visitatori ci mettano troppo tempo a trovarle.

  • Monitorare sempre la funzionalità del vostro sito (errori 404, links non funzionanti, news datate, …)

 
Mobile, mobile e ancora mobile !

I Millennials sono la prima generazione mobile. Quasi il 90% di loro possiede uno smartphone, quindi sono completamenti dipendenti da questi tipi di device. Una dipendenza che è avvalorata dallo shopping – è stimato che quasi il doppio dei Millennials rispetto ai baby boomers cercano prodotti, prezzi, coupons o promozioni dal loro smartphone mentre sono nei negozi.

Ma quanto gli smartphones sono parte integrante della vita dei Millennials ? Da un ricerca di E-Marketer, i giovani di età compresa tra i 19 e i 22 anni spendono almeno 4 ore al giorno sui social media attraverso il proprio telefonino. La generazione 18-44 anni spende invece solo 25 ore nell’arco di un intero mese. Questo fa capire che i marketing managers devono puntare tutti i loro sforzi su questo tipo di engagement.

Suggerimenti :

  • Sviluppate il vostro sito web e la strategia di marketing digitale con un approccio « Mobile first ».

  • Accertatevi che il vostro sito web sia ottimizzato per i devices mobili, incluso i tablets (responsive design).

  • Investite nella geo-localizzazione per offrire promozioni in tempo reale.

  • Investite nel mobile e implementate il tutto nella vostra strategia di social marketing.


Coltivate le relazioni

Un’altra caratteristica dei Millennials è quella che sono propensi a valorizzare le relazioni. Più che qualsiasi altra generazione, i Millennials fanno molta attenzione a quali opportunità i brands offrono per interagire e rimanere in contatto con loro. In un era in cui siamo costantemente connessi, essi si aspettano di essere ascoltati sempre e ovunque, e vogliono che dall’altra parte ci sia qualcuno che comunica con loro in tempo reale.

I Millennials si affidano inoltre alle loro conoscenze personali prima di prendere delle decisioni d’acquisto. Da un sondaggio è risultato che oltre il 90% di loro crede a ciò che gli amici raccomandano e non comprerebbero mai un prodotto se quest’ultimi lo disapprovano.

 Suggerimenti : 

  • Monitorate con cura le vostra attività di comunicazione sui social media

  • Lasciate che i vostri utenti condividano con facilità i vostro contenuti

  • Incentivate i consumatori a condividere il loro recenti acquisti, soprattutto sui social.

 
Siate autentici

Sebbene i social media siano chiaramente un strumento essenziale per raggiungere questa generazione di consumatori, è importante che i Brands rimangano autentici. I Millennials hanno la grande capacità di essere bravi a bloccare ciò che non desiderano, soprattutto quei brands che cercano di vendere i loro prodotti e servizi in maniera troppo insistente e ripetitiva.

I Millennials sono un generazione che afferma che l’autenticità è importante. Si aspettano che i brands parlino la loro lingua e in maniera consistente, sia offline che online. Inoltre sono sensibili quando si accorgono di essere manipolati e lo dimostrano subito comunicandolo sui social.

Suggerimenti :

  • Rimanete fedeli al posizionamento e al tono di voce del vostro marchio.

  • Evitate messaggi ambigui o ingannevoli.

  • Ascoltate piuttosto di costringere il vostro target alla conversazione.

  • Siate trasparenti in tutto ciò che fate.


Siate socialmente consapevoli

Di tutte le caratteristiche dei Millennials, la coscienza sociale è una di quelle che li contraddistingue maggiormente. Infatti i Millennials, più di ogni altro settore demografico, affermano che sono predisposti a connettersi e supportare Brands che sono attivi socialmente. In uno studio di TBWA, il 70% dei Millennials si considera socialmente attivo.

In un altro studio è emerso che i millennials sono maggiormente predisposti a comprare un prodotto da un’azienda che è socialmente responsabile e che tiene a cuore la sostenibilità e l’ambiente.

Suggerimenti :

  • Evidenziate le vostre attività e cause sociali

  • Continuate a ricercare nuove soluzioni atte a migliorare l’impatto che il vostro brand ha sull’ambiente.

  • Fate attenzione a non evidenziare e « gonfiare » troppo le vostre attività sociali. I Millennials sono capaci di scoprire subito l’inganno e comunicarlo sui social.

  • Non fate semplicemente delle donazioni, ma dimostrate attraverso delle partnerships che ci tenete ad investire in cause che migliorerenno il nostro e vostro futuro. 


Sfruttate i social media come veicolo di promozione
 

Come detto in precedenza, i Millennials sono una generazione incentrata su se stessa e anche un po’ narcisista. Una generazione a cui piace mostrarsi, soprattutto sui social media. Ma questa caratteristica si può trasformare in una grande opportunità per i brands, soprattutto se quest’ultimi diventano parte integrante della personalità di queste persone. I Millennials non solo comprano da brands in cui credono, ma vogliono condividere le loro esperienze d’acquisto con il mondo intero. Quindi quale migliore opportunità per i marketing managers di avere una generazione che parla al loro posto ?

Ma cosa bisogna fare affinchè questo avvenga ? 
Comunicate messaggi che siano veri e che mostrano ciò che sapete fare meglio. Mostrate quanto i vostri prodotti o servizi siano capaci di aiutare le persone a migliorare la loro vita. Condividete la vostra missione, ma soprattutto basate il tutto sull’autenticità del vostro brand. Da qui iniziate a impegnarvi, siate socialmente attivi, mettete i Millennials al centro del vostro marketing. Avrete in ritorno persone che comunicheranno e divulgheranno i vosti prodotti e servizi per voi. 

Suggerimenti :

  • Siate autentici, ma soprattutto non falsificate la realtà. Verrete scoperti subito.

  • Siate attivi nei social media.

  • Mettete i millennials al centro del vostro marketing, vi ritorneranno il favore.

  • Non usate i social media per vendere, ma per ispirare altri e per divulgare la vostra missione.

 
La cosa più importante sui Millennials? Non ignorateli!

Ignorare quella che è considerata la generazione più grande e finanziariamente stabile è un rischio che i brands non possono correre. Nei prossimi 5 anni è quasi certo che i Millennials saranno la porzione più grande dei consumatori. In molti casi lo sono già adesso. Impegnandosi in modo autentico e attraverso la multitudine di piattaforme digitali, i brands possono sfruttare l’enorme influenza e potere di acquisto di questa generazione.

Desiderate approfondire la tematica? Avete bisogno d’aiuto?Contattatemi e sarò ben felice di collaborare con voi nella crescita del vostro business online.

Cristiano Sifari