Siate più astuti verso il design.

Come già affermato negli anni '50 da Thomas Watson Jr., allora presidente di IBM, e ancora ribadito recentemente in un articolo di Co.design, « Good design is good business ».

Come già affermato negli anni '50 da Thomas Watson Jr., allora presidente di IBM, e ancora ribadito recentemente in un articolo di Co.design, « Good design is good business ».

Il design strategico ha la grande peculiarità di sfruttare i principi fondamentali su cui si basa il design per migliorare progetti che solitamente si muovono al di fuori dei tradizionali ambiti in cui operano il marketing e la comunicazione.

Chiedete ai vostri CEOs o CMOs come utilizzano il design nelle loro aziende. La maggior parte delle risposte varierebbero dalle brochures, ai rapporti annuali, al packaging, ai siti web, fino ai cataloghi promozionali. Purtroppo solo pochi di loro, quelli più astuti e perspicaci (non me ne vogliano i primi), affermerebbero che il design lo utilizzano come strumento strategico indispensabile, come filosofia di guida per il business che sfrutta strumenti in grado di aiutarli a generare valore per loro ma soprattutto per i loro clienti, cambiare in meglio la cultura e la reputazione aziendale e non da ultimo, il fatturato. 

Una semplicità fuorviante
Il design focalizzato all’aspetto strategico non è qualcosa di totalmente nuovo. Infatti i suoi principi fondamentali nonché le sue applicazioni, vengono insegnati nelle scuole di design e nei corsi di marketing ormai da anni. Questo perché si ha ancora, e di molto, la percezione che le aziende lo usino in maniera troppo semplicistica e fuorviante (ad esempio come solo fattore estetico) e poco focalizzato alla strategia. E questo nonostante ci siano esempi concreti di come il design sia un elemento determinante per il successo di un’azienda. Apple, Audi, Nespresso o industrie come GE e Boeing, ma anche startups come Uber, Dropbox e Airbnb, fanno del design uno dei loro strumenti fondamentali a sostegno delle loro strategie di business, rendendolo inoltre parte integrante della filosofia aziendale. Per loro, come già affermato negli anni '50 da Thomas Watson Jr., allora presidente di IBM, e ancora ribadito recentemente in un articolo di Co.design, « Good design is good business ».

Ma cosa va fatto per sfruttare il design in ottica strategica?
Eccovi alcuni suggerimenti che possono aiutarvi ad usarlo meglio:

La creatività sostiene lo scopo, e viceversa.
Il design strategico può essere sommato come l’intersezione tra la creatività e lo scopo che ci si pone. Un’idea creativa d’impatto può attrarre nuovi clienti, motivare i dipendenti e costruire e migliorare la reputazione sul breve periodo. Ma se questa non viene rafforzata dalla presenza di un forte e vero scopo il rischio che non sia più sostenibile diventa concreto. D’altro canto è chiaro che anche avere uno scopo è fondamentale, ma senza la creatività, anche gli interlocutori più attenti potrebbero non accorgersene. Lo scopo del design strategico è quello di aiutare a bilanciare questi due mondi.

Sfruttate gli insights come guida per il cambiamento.
In Autentic utilizziamo una metodologia di lavoro il cui primo step è assimilare informazioni. Tra le domande che solitamente un team marketing e comunicazione pone abbiamo : Chi è il vostro target e cosa stanno cercando? Con chi siete in competizione e per cosa? In quale contesto dobbiamo muoverci? State valutando il lancio di un nuovo prodotto in una nuova categoria? Volete venderlo online?

Quando è invece il design a guidare le vostre decisioni di business, e non la strategia di marketing, le domande sono differenti: Dove siamo? Dove vogliamo andare? Come ci arriviamo? Come facciamo a sapere che siamo arrivati?

Anche se le domande sono differenti, le premesse sono le stesse : è dalla ricerca e dalla comprensione che le soluzioni si evolvono.

Focalizzatevi ed evidenziate il vostro messaggio
Che stiate esplorando nuovi territori o mantenendo rilevanza in mercati in continuo movimento, un unico messaggio chiaro e consistente è assolutamente cruciale. Non solo perché la consistenza vi aiuterà a costruire credibilità verso i vostri clienti, ma anche perché quando troppe idee e messaggi competono per avere attenzione il rischio di generare confusione e di essere poco efficaci è alto. Trovate quel singolo messaggio e rimaneteci incollati, anche se questo può sembrare difficile visto che molto spesso si ha la tendenza a voler dire troppo.

Implementate una strategia che sia intelligente.
Quando tutto è stato detto e fatto, non esiste molto altro di misterioso a proposito del design strategico (se non quello di misurare il successo, ma dovrei scrivere un post a parte. Se vi interessa qui trovate un articolo interessante). La domanda fondamentale è perché le aziende non lo utilizzano maggiormente. Quello che vi suggerisco è di implementare una strategia intelligente, partendo proprio dagli aspetti e principi fondamentali su cui si basa il design e applicateli a progetti che vanno oltre i contesti tradizionali in cui operano il marketing e la comunicazione. Potreste rimanere sorpresi di quanto il design, se usato come strumento strategico, possa essere così potente da dare forma non solo al vostro business, ma anche al fatturato.

Cristiano Sifari
Fondatore e Direttore Creativo
cristiano@autentic.ch

Cristiano Sifari